Aprile, 2020

Ordinamento

Nessun Evento

Benvenuti sul sito di Arci Firenze
 

Fra agro-ecologia e ricerca di quartiere: ha inizio la stagione 2020 dei corsi al Circolo Arci “Fra i lavoratori” di Porta a Prato

A partire dal prossimo Giovedì 16 gennaio ha inizio la nuova stagione di corsi formativi al Circolo Arci Fra i lavoratori di Porta a Prato. Quest’anno i corsi saranno due: il primo dedicato all’agroecologia, una metodologia ideata per pensare e realizzare una città vivibile e solidale, capace di stimolare la consapevolezza personale alla co-gestione sostenibile degli spazi cittadini; il secondo ad un approfondimento storico-sociale del Quartiere di San Jacopino-Cascine-Porta a Prato: ricostruire la storia di una porzione di città fino ad acquisire una capacità di azione nella situazione odierna.

Di seguito il programma dettagliato dei due corsi, le date dei primi incontri e i contatti di riferimento per iscriversi e partecipare.

*

SPERIMENT–AZIONE  AGROECOLOGICA NELLA CITTÀ METROPOLITANA
con particolare attenzione a Firenze Nord-Ovest
a cura di Cesare Pacini, Professore associato di agroecologia all’Università di Firenze

Speriment-azione agroecologica nella città metropolitana è un ciclo di incontri che vuole coniugare la trasmissione di conoscenze di base nell’ambito dell’agroecologia con percorsi di sviluppo di consapevolezza personale per una co-gestione sostenibile degli spazi verdi cittadini.

Nel primo incontro si parlerà di cosa sono l’agroecologia, l’agricoltura biologica e le infrastrutture ecologiche e di come queste opzioni di gestione possano contribuire a migliorare la qualità degli spazi verdi in ambito urbano e peri-urbano, anche se questi spazi sono ridotti o stanno scomparendo. Si parlerà talvolta in termini utopistici, riferendoci ad un modello di città ideale da (ri)costruire.
Nel secondo incontro prenderemo in considerazione cosa è realmente accaduto o sta accadendo nel mondo e faremo alcuni esempi in cui varianti agroecologiche sono state applicate in città o di come potrebbero entrare in uso. Faremo esempi da Cuba, Argentina, Regno Unito, Kenya e ne discuteremo l’applicabilità alle nostre realtà.
Nel terzo incontro studieremo da un punto di vista storico e urbanistico l’evoluzione degli spazi verdi nel nostro quartiere (possibile intersezione con il corso di Adriana Dadà e intervento della Prof.ssa Carla Romby).
Nel quarto intraprenderemo un viaggio nei luoghi significativi del quartiere, quelli rimasti e quelli da ricostruire in senso agroecologico e inizieremo a progettare il futuro.

PRIMO INCONTRO: Giovedì 16 Gennaio, ore 18.30
Per informazioni: Adriana 3496451351

*

RICERCA-AZIONE SULLA STORIA DELLE STRUTTURE POLITICHE E SOCIALI DEL QUARTIERE SAN JACOPINO-CASCINE-PORTA A PRATO
a partire dal Circolo Arci “Fra i lavoratori” Porta a Prato
a cura di Adriana Dadà, docente in pensione di Storia Contemporanea all’Università di Firenze

Il quartiere San Jacopino-Cascine-Porta al Prato con Rifredi è stato per tutto il Novecento il quartiere a maggiore impronta industriale di Firenze. Il tessuto associativo e di strutture politiche e sindacali ha in tutta questa zona una lunga tradizione, con una gran vitalità nei primi due decenni del Novecento. Dopo la Liberazione ci fu un periodo di rivitalizzazione di queste strutture, con la ripresa delle organizzazioni tipiche del mondo operaio (sindacati, circoli culturali e sociali, case del popolo, sedi di partiti). Fra queste spicca il Circolo tra i lavoratori di Porta a Prato, che conserva ancora oggi un ruolo nella vita di quartiere e cittadina, ma ancora carente di una ricostruzione storica.

Con questo gruppo di studio ci riapproprieremo di questa storia a partire dalle carte dell’Istituto Geografico Militare, dalle descrizioni storiche dei cambiamenti da zona rurale a zona industriale, fino al cambiamento in corso, che vede approfondirsi la speculazione edilizia e la terziarizzazione, al punto di rischio di sparizione di ogni forma di spazi e vita sociale. I partecipanti e le partecipanti si impadroniranno degli strumenti fondamentali per approfondire i momenti alti della presenza associativa in zona, comprendere le cause della progressiva sparizione, indagare sulle prospettive future. Il metodo di lavoro prevede, oltre a lezioni di una o più esperti sull’argomento, l’autoformazione dei partecipanti con visite ad alcuni luoghi significativi e interviste a protagonisti di queste vicende di ieri e di oggi, al fine di sviluppare una capacità di azione nella situazione odierna.

PRIMO INCONTRO: Giovedì 26 Marzo, ore 18.30
Per informazioni: Adriana 3496451351

X