Ottobre, 2020

Ordinamento

1Ott - 419:00Ott 4- 23:00Sagra della paella 2020Festa sociale al Circolo di SieciCircolo Culturale Ricreativo Primo MaggioEvento organizzato da: Circolo Culturale Ricreativo Primo Maggio

2Ott - 3Ott 217:00Ott 3Costruire ComunitàDUE GIORNI PER LA FESTA DEL TESSERAMENTO ALL 25 APRILECasa del Popolo 25 AprileEvento organizzato da: Associazione 25 Aprile

4Ott13:00Ricordando Rossana RossandaA Settignano un pranzo a sostegno de Il ManifestoCasa del Popolo di SettignanoEvento organizzato da: Casa del Popolo di Settignano

6Ott17:30Storia di un abito inglese e di una mucca ebreaAl Giardino dei Ciliegi incontro con Suad AmiryIl Giardino dei CiliegiEvento organizzato da: Il Giardino dei Ciliegi

14Ott19:00- 23:00Corsi di scrittura e teatroFarm inizia la stagione con un aperitivo e un workshop gratuitoNewStazEvento organizzato da: Fa.R.M. Fabbrica dei Racconti e della Memoria

24Ott15:30Ancora “Per una città bene comune”Al Giardino dei Ciliegi una riflessione sul ruolo degli urbanistiIl Giardino dei CiliegiEvento organizzato da: Il Giardino dei Ciliegi

Benvenuti sul sito di Arci Firenze
 

60° Edizione del Festival dei Popoli a Firenze

Dal 2 al 9 novembre a Firenze torna il Festival dei Popoli, festival internazionale del film documentario giunto ormai alla 60° Edizione, che quest’anno sarà caratterizzata da ben 109 proiezioni e più di 90 ospiti internazionali.

Il Festival verrà aperto sabato 2 novembre alle ore 21.00 presso il cinema La Compagnia di Firenze (via Cavour, 50/r) dalla proiezione di Sea-Watch 3 di Jonas Schreijag e Nadia Kailouli, film-documentario dal forte impatto emotivo, così presentato da Alberto Lastrucci, direttore del Festival dei Popoli: «Non è un documentario su Carola Rackete, come risulta evidente a chi ha avuto modo di vedere il film. Si tratta invece di un documentario corale che, con attenzione cinematografica, documenta le vicissitudini di bordo, dando spazio e voce ai profughi, al personale di bordo e, evidentemente, a chi in quel momento era al comando, vale a dire la capitana Rackete».

Il programma, come sempre fittissimo, oltre ai Concorsi Cinematografici Internazionale e Italiano e all’omaggio a Sergei Lonitsa, cineasta ucraino di fama internazionale che ha raccontato la guerra civile nel suo paese e le complessità dell’Est Europa nel superare il 1989, celebra la sessantesima edizione del festival con la sezione speciale “Diamonds are Forever”, a cura di Daniele Dottorini, che così la descrive:

«Con lo sguardo vertiginosamente puntato all’indietro, abbiamo ripercorso i sessanta anni del Festival dei Popoli per riscoprire una costellazione di pietre preziose, di gioielli da riportare alla luce. Frutto del talento folgorante di autrici ed autori di fama internazionale e presentati nelle passate edizioni del festival, i 20 titoli che compongono questa sezione rappresentano degli autentici “momenti di grande cinema” riuniti, in occasione del 60° anniversario, a comporre un collier dal valore inestimabile. Un’occasione unica per vedere, o rivedere, opere che hanno anticipato il cinema del futuro e continuano a farlo ancora oggi».

Fra i moltissimi film in proiezione, eccone alcuni che – semplicemente dalle poche righe di descrizione – ci hanno colpito. Noi andremo a vederli; e voi?

  •  The Cave di Feras Fayyad. Sezione: Eventi speciali. Proiezione: 07/11/2019 ore 21.30, Cinema La Compagnia. Toccante racconto di guerra e resistenza. Nell’ospedale siriano di Ghouta il personale medico e paramedico porta avanti i propri compiti in condizioni che vanno oltre ogni immaginazione. Ambulatori e sale operatorie, interamente sotterranei per resistere ai bombardamenti, sono angusti e perennemente affollati, i medicinali sono terminati e il cibo scarseggia. Tra le tante figure, emerge la giovanissima direttrice dell’ospedale, che guida il proprio team attraverso ogni tipo di difficoltà, non ultimo il preconcetto che una donna non debba avere simili occupazioni. Il suo volto, segnato dalla fatica ma illuminato dalla forza di volontà, è l’emblema di un’umanità che ha deciso di mantenersi tale aprendo le proprie porte a tutti, tranne che alla brutalità.
  •  Welcome to Sodom di Florian Weigensamer, Christian Krones. Sezione: Habitat. Proiezione: 06/11/2019 ore 21.00, Cinema La Compagnia. Agbogloshi, Accra è  uno dei luoghi più velenosi al mondo. È la più grande discarica di rifiuti elettronici del pianeta. Circa 6.000 donne, uomini e bambini vivono e lavorano qui. La chiamano “Sodoma”. Ogni anno circa 250.000 tonnellate di computer, smartphone, serbatoi di aria condizionata e altri dispositivi provenienti da un mondo lontano, elettrificato e digitalizzato, finiscono qui. Spediti illegalmente in Ghana. Questo è il luogo dove si manifesta la maledizione della follia del consumatore digitale. “Sodoma” è l’epilogo del nostro mondo moderno digitalizzato. E molto probabilmente sarà la destinazione finale del tablet, dello smartphone, del computer che comprerai domani.
  •  Elliot Erwitt, Silence sounds good di Adriana Lopez-Sanfeliu. Sezione: Eventi speciali. Proiezione: 09/11/2019 ore 16:45, Cinema La Compagnia. «Sono serio sul non prendersi sul serio», dichiara Elliott Erwitt durante l’intervista dedicata alla sua vita e alle sue opere. Il film è pieno di frasi lapidarie come questa, rivelatrici della propensione del fotografo della Magnum alla battuta e all’osservazione caustica, per non parlare del suo gusto per l’ambiguità. Un’altra cosa evidente è l’inesauribile energia di Erwitt: quasi novantenne all’epoca delle riprese. Lo seguiamo in viaggio a Cuba come inviato, mentre prepara un nuovo libro e si affaccenda in giro per New York City

Per il programma completo e tutte le informazioni sul festival: http://www.festivaldeipopoli.org

————-

I soci ARCI grazie alla convenzione tra ARCI Firenze e Festival dei Popoli possono usufruire di biglietti ridotti al Festival 60° Edizione.
Fondata nel 1959 da un gruppo di studiosi di scienze umane, antropologi, sociologi, etnologi e mass-mediologi, l’associazione senza scopo di lucro Festival dei Popoli è impegnata da oltre cinquanta anni nella promozione e nello studio del cinema di documentazione sociale.
L’attività dell’associazione consiste in primo luogo nell’organizzare a Firenze il principale festival internazionale del film documentario in Italia. Dal 2008 al 2010 si è tenuta anche un’edizione a New York (NYDFF – New York Documentary Fim Festival). L’Istituto ha inoltre al suo attivo una vasta rete di collaborazioni per la diffusione della cultura del documentario in Italia e all’estero.

Informazioni:
59° FESTIVAL DEI POPOLI EDIZIONE
tel. 055/244778   www.festivaldeipopoli.org
Riduzione sui biglietti e gli abbonamenti della manifestazione per i soci arci

 

X