Benvenuti sul sito di Arci Firenze
 

La nuova stagione cinematografica della Casa del Popolo di San Quirico

Sulla mia pelle”; il caso cinematografico di questo settembre, direttamene dal Festival di Venezia, è il film scelto per inaugurare il nuovo corso del piccolo Cinema della Casa del Popolo di San Quirico, tra Firenze e Scandicci.

La programmazione parte giovedì 4 ottobre alle 21.00, con un brindisi e aperitivo gratuito per il pubblico dalle 20:30, e prosegue nei giorni successivi con tre spettacoli al giorno.

Il cinema, da questa stagione, è costretto a cambiare nome, a causa di una contestazione formale da parte della società che detiene i diritti dei più famosi studios romani. Il piccolo cinema di quartiere, che utilizza il nome “Cinecittà” da più di 40 anni proprio in omaggio e riferimento alla grande fabbrica dei sogni italiana ha cercato di trovare un modo per resistere, difendendo la propria storia e “quello spirito di quartiere, magari ingenuo, ma sempre dettato dalla passione che lo ha contraddistinto fino ad oggi, contro le logiche di omologazione delle grandi aziende, che non tengono conto del contesto o della storia di un luogo”, come ha spiegato il presidente della Casa del Popolo, Sergio Menichetti.

L’attività cinematografica all’interno della Casa del Popolo ha una lunga tradizione, che risale agli anni ’50, quando cominciarono le prime proiezioni sia al chiuso, nell’attuale sala, sia all’aperto, nell’arena allestita nello spazio su Via Baccio da Montelupo. La sala, negli ultimi trent’anni, si è sempre più caratterizzata, nel panorama dell’offerta metropolitana per la proiezione di film d’autore, su tematiche legate all’attualità e di rilevante interesse culturale e sociale.

Oggi, dunque, dovendo piegarsi forzatamente alla contestazione, la Casa del Popolo ha deciso di uniformare il Cinema alla sua identità territoriale con la nascita del nuovo-vecchio “Cinema San Quirico”. Nelle prossime settimane il vecchio nome scomparirà sostituito da quello nuovo ma, continua Menichetti, “siamo certi che rimanga l’affezione di quel pubblico fedele che ogni settimana cerca i film nel proprio cinema di riferimento, qualunque sia la sua denominazione”.

Dopo l’inaugurazione di giovedì 4 ottobre, il Cinema San Quirico seguirà da venerdì 5 ottobre la consueta programmazione cinematografica, costruita principalmente sui proseguimenti dei film di maggior interesse della stagione, un modo per consentire la visione di film importanti anche a coloro che se li fossero persi nelle ormai poche settimane di permanenza nelle altre sale.

La programmazione, finora supervisionata da Michele Crocchiola insieme al direttivo della CdP, sarà sempre più affidata a un gruppo di giovani collaboratori.