Settembre, 2020

Ordinamento

3Set - 27Set 319:00Set 27Sagra del tartufo. 36esima edizioneAl Girone torna il più atteso appuntamento col tartufo Circolo RIcreativo Culturale Il GironeEvento organizzato da: Circolo Ricreativo Culturale Il Girone

24Set - 27Set 2419:00Set 27Sagra della paella 2020Festa sociale al Circolo di SieciCircolo Culturale Ricreativo Primo MaggioEvento organizzato da: Circolo Culturale Ricreativo Primo Maggio

26Set - 27Set 269:30Set 27Il ritratto fotograficoAlla Casa del popolo di Greve un workshop introduttivo al ritratto fotograficoCasa del Popolo di Greve in ChiantiEvento organizzato da: Casa del Popolo di Greve in Chianti

29Set20:30- 23:00Viaggio spensierato tra vini Italiani // Ciclo Degustazioni 2020Al circolo Antella proseguono le degustazioniAntella CRCEvento organizzato da: Antella CRC

Benvenuti sul sito di Arci Firenze
 

“Dal passato al futuro dell’Unione Operaia”: la Casa del Popolo di Colonnata si trasforma

Martedì 27 giugno alle 18 assemblea popolare per illustrare il progetto di ristrutturazione

Aperti i cantieri per rifare tetto e facciate al Circolo ARCI Unione Operaia di Colonnata che martedì 27 giugno alle 18 presenterà ai soci e ai cittadini di Sesto Fiorentino il progetto di rilancio, strutturale e organizzativo, della storica Casa del Popolo di piazza Rapisardi.  All’appuntamento presenzieranno il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, il presidente del
Circolo ARCI Unione Operaia di Colonnata, Francesco Mariani, e il presidente della sezioni soci Coop di Sesto Fiorentino-Calenzano, Armando Padula.
Sono più di 50 anni che non venivano effettuati interventi di manutenzione così importanti – spiega Mariani – e oggi, grazie all’accordo tra Circolo ARCI Unione Operaia e Unicoop Firenze, proprietaria dell’immobile, siamo qua a presentare un progetto di grande spessore, approvato all’unanimità dal consiglio del Circolo, per ottimizzare i locali e dare nuovo slancio a tutte le nostre attività e a cui abbiamo voluto dare un titolo significativo, ‘Dal passato al futuro dell’Unione Operaia’, perché la Casa del Popolo di Colonnata si trasforma profondamente”.
Le priorità sono la salute strutturale e l’abbattimento delle barriere architettoniche: “Il primo passo riguarda il rifacimento del tetto. Inoltre è in fase di progettazione la collocazione di un fascensore in cristallo per abbattere le barriere architettoniche. In futuro vorremmo ospitare le associazioni di portatori di handicap all’interno della Casa del Popolo dando loro la possibilità di esprimersi. Ritengo questa parte del progetto un segnale importante per tutte le famiglie che devono affrontare situazioni delicate e tengo molto a farla diventare realtà”.
La nuova Casa del Popolo vuole essere la casa di un numero sempre maggiore di sestesi: “Sono tanti – continua Mariani – gli interventi tesi ad ampliare la fruibilità del Circolo e ad attrarre soprattutto le nuove generazioni: dal recupero della pizzeria a quello del bar, ma anche una sempre maggiore collaborazione con le scuole. Molto importante è il progetto di ristrutturazione del patio esterno all’ingresso principale. Oltre a rifare la pavimentazione saranno collocati due totem piramidali in cristallo di 4 metri, che saranno le nostre colonne, e al loro interno vogliamo collocare due opere d’arte in ceramica che faremo progettare, con un concorso d’idee loro riservato, agli studenti del Liceo Artistico di Sesto Fiorentino. Ma la sinergia tra il Circolo e l’arte non finirà qui: nel giardino sul retro, che sarà a sua volta rinnovato nella disposizione e negli arredi, andremo a collocare due opere di artisti di livello nazionale. Possiamo già ufficializzare che una sarà la scultura ‘Dal passato al futuro’ di Valerio Savino”.

L’attenzione verso l’associazionismo è massimale: “Noi ospitiamo già le sedi di varie realtà importanti come Sesto Tv e l’Associazione Subbuteo o ancora associazioni di anziani o di mamme con bambini, ma speriamo che siano molte altre le realtà che possano trovare o spostare la loro casa proprio da noi una volta completato il restauro della struttura. Auspico anche un sempre maggior coinvolgimento dei soci Coop spesso fonti di progetti interessanti. Colonnata – conclude Mariani – è un luogo storico dell’associazionismo fiorentino, toscano e italiano: siamo a due passi dai luoghi di Pinocchio o dalla prima fabbrica Ginori e qua nacque la prima cooperativa sociale. Abbiamo circa 150 anni di storia alle spalle. Ora ci rifacciamo il look e puntiamo su un futuro ancora più vitale per tutti noi e per i nostri figli”.

X