Agosto, 2019

Ordinamento

15Giu - 15SetGiu 150:00Set 15Baraonda!Estate al parco fluviale di PontassieveParco Fluviale "Fabrizio De André"Evento organizzato da: Casa del Popolo "Eugenio Curiel" di Pontassieve

21Ago20:30- 23:50GiocoZonaAppuntamento settimanale col gioco libero allo spazio exfilaExfilaEvento organizzato da: GiocoZona

22Ago21:30Momenti di trascurabile felicità // Cinema sotto le stelleLa SMS di Serpiolle vi aspetta con un film ogni giovedì seraS.M.S. di SerpiolleEvento organizzato da: S.M.S. di Serpiolle

28Ago20:30- 23:50GiocoZonaAppuntamento settimanale col gioco libero allo spazio exfilaExfilaEvento organizzato da: GiocoZona

29Ago21:30La favorita // Cinema sotto le stelleLa SMS di Serpiolle vi aspetta con un film ogni giovedì seraS.M.S. di SerpiolleEvento organizzato da: S.M.S. di Serpiolle

Benvenuti sul sito di Arci Firenze
 

Svastica al Circolo Arci di Cerbaia: un fatto grave che viola le regole del vivere democratico

Siamo vicini al Circolo Arci di Cerbaia e condanniamo fermamente quanto accaduto“. Così il presidente Arci Firenze Jacopo Forconi alla notizia che qualcuno nella sera del 31 gennaio ha imbrattato con una svastica una parete all’interno del circolo della frazione di San Casciano.  “Questo – continua Forconi – per noi è un fatto gravissimo perchè chi disegna un simile simbolo si pone al di fuori del perimetro delle regole del vivere dempocratico e della Costituzione e per noi questo non è accettabile“.

Dal Circolo intanto, il presidente Renzo Bandinelli e il vicepresidente Tiziano Borelli fanno sapere che stanno presentando denuncia contro ignoti ai carabinieri di San Casciano. “Siamo amareggiati – dicono – perché ogni giorno ci impegnamo per la nostra Comunità, per sensibilizzare sui temi della solidarietà, della memoria e dell’Antifascismo, e questo fatto ci offende, come volontari e come antifascisti“. Ma nel frattempo, la svastica resta lì dove è comparsa ieri sera perché, spiega Borelli “vogliamo che chi entra nel Circolo nei prossimi giorni si interroghi su quali valori stiamo trasmettendo ai più giovani, perché non si può sorvolare su un atto così grave“. Per questo, accanto alla svastica hanno affisso un cartello: “Questo simbolo non verrà cancellato. Tutti devono vedere. Nessuno deve dimenticare“.

X