Marzo, 2019

Ordinamento

23Mar13:00Il cibreo // Quinto culinariaUn nuovo appuntamento con la buona cucina al circolo La Costituzione di Quinto BassoCircolo Arci "La Costituzione" Quinto BassoEvento organizzato da: Circolo Arci "La Costituzione" Quinto Basso

23Mar20:00Cena antifascista !!! Rimandata !!!A Porta al Prato in sostegno delle iniziative di AprileCircolo Ricreativo fra i Lavoratori di Porta al PratoEvento organizzato da: Circolo Ricreativo fra i Lavoratori di Porta al Prato

23Mar20:00JaguaribeAl Circolino di Semifonte cena e concerto per una festa vecchio stile!Circolino SemifonteEvento organizzato da: Circolino Semifonte

23Mar21:00- 23:50Replica cerimoniale + Essenze // Il vuoto è pienoDue performance al minifestival di danza contemporanea de L AppartamentoL'AppartamentoEvento organizzato da: L'Appartamento

23Mar21:30El Ingenioso Hidalgo // Teatro Il ProgressoIn scena al Progresso lo spettacolo di Francesco ManciniCasa del Popolo Il ProgressoEvento organizzato da: Casa del Popolo Il Progresso

23Mar21:45Pinocchio ProJazzA Vie Nuove una serata speciale per sostenere, diffondere e condividere il jazz del futuroCircolo Vie NuoveEvento organizzato da: Circolo Vie Nuove

25Mar21:00Brexit: inizio dello sfaldamento o monito per gli euroscettici? Una vera “exit” è possibile? // Una "certa idea" di EuropaA Vie Nuove appuntamento settimanale con la 20esima edizione del corso di geopolitica Circolo Vie NuoveEvento organizzato da: Circolo Vie Nuove

27Mar19:00Ribelli in corNasce il primo coro del Circolo Arci fra i Lavoratori di Porta al Prato!Circolo Ricreativo fra i Lavoratori di Porta al PratoEvento organizzato da: Circolo Ricreativo fra i Lavoratori di Porta al Prato

27Mar21:00Venezuela: da Hugo Chávez al Governo MaduroUn approfondimento sulla situazione venezuelana al circolo Vie Nuove Circolo Vie NuoveEvento organizzato da: Circolo Vie Nuove

27Mar21:00Laboratorio di teatro esperienzialeA San Niccolò alla riscoperta del gioco attraverso tecniche teatrali e di counselingU.R.L. San NiccolòEvento organizzato da: U.R.L. San Niccolò

29Mar19:30AperivenereTutti i venerdì aperitivo popolare al circolo la LoggettaCircolo Ricreativo La LoggettaEvento organizzato da: Circolo Ricreativo La Loggetta

29Mar20:00Cena medievaleUn salto gastronomico nel passato al circolo di SettimelloCircolo Arci La VedettaEvento organizzato da: Circolo Arci La Vedetta

29Mar20:00Cena antifascista !!! Rimandata !!!A Porta al Prato in sostegno delle iniziative di AprileCircolo Ricreativo fra i Lavoratori di Porta al PratoEvento organizzato da: Circolo Ricreativo fra i Lavoratori di Porta al Prato

30Mar19:00Patti De Rosa // Il salottino della LoggettaAl Circolo di Varlungo la cantautrice italoamericana in concertoCircolo Ricreativo La LoggettaEvento organizzato da: Circolo Ricreativo La Loggetta

Benvenuti sul sito di Arci Firenze
 

Fa’afafine al Teatro di Rifredi: un omaggio agli under 18 che assistono allo spettacolo

L’iniziativa di SMS Rifredi 1883 e Arci Firenze per promuovere la partecipazione dei più giovani

La SMS Rifredi 1883 e l’Arci di Firenze al fianco del Teatro di Rifredi, dove il 18 e il 19 febbraio andrà in scena “Fa’afafine. Mi chiamo Alex e sono un dinosauro“, di Giuliano Scarpinato. Opera  patrocinata da Amnesty International, e vincitrice di molti premi: il Premio Scenario Infanzia 2014, il Premio Infogiovani 2015, l’Eolo Award 2016 come “miglior spettacolo di teatro ragazzi e giovani”. Lo spettacolo, rivolto ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie di secondo grado, è tratto da “Il mio bellissimo arcobaleno” di Lori Douron, e racconta la storia di Alex, bambino gender fluid che un giorno si sente maschio e uno femmina.

Dopo le polemiche scatenate dalla Curia fiorentina che in una lettera ha ammonito le scuole e le famiglie cattoliche sui rischi che la visione dello spettacolo potrebbe comportare per i ragazzi, la SMS di Rifredi – col sostegno dell’Associazione – ha deciso di promuovere la visione dello spettacolo da parte dei più giovani.

L’unico rischio in cui si può incorrere andando a teatro a vedere lo spettacolo di Scarpinato è quello di tornare a casa e riflettere su quanto sia crudele e sbagliato il discriminare una persona, adulta o bambina che sia, perché diversa.” Precisa il presidente di Arci Firenze Jacopo Forconi, che continua “Siamo davvero felici che a Firenze questo bello spettacolo sia portato in scena al Teatro di Rifredi, perché siamo convinti del grande valore educativo di spettacoli come questo, che educano al rispetto delle differenze, all’empatia umana e alla necessità di crescere i nostri figli non sulla base di dogmi e schemi, ma preoccupandoci della loro serenità, aiutandoli ad esprimere se stessi e i propri bisogni, e a non lasciarsi guidare dai pregiudizi.

L’Arci è nata ed esiste per difendere e promuovere determinati valori, come il rispetto, la solidarietà e la difesa dei diritti”, sostiene anche la presidente della SMS Rifredi 1883, Giovanna Malgeri, che continua “È ovvio che sosteniamo pienamente la scelta del Teatro di Rifredi e dell’Associazione Pupi e Fresedde – Teatro di Rifredi, che da oltre 30 anni lo dirige e gestisce, di mettere in scena ‘Fa’afafine’, e anzi, vogliamo incentivare la partecipazione dei più giovani allo spettacolo che andrà in scena sabato 18 (alle 21.00) e domenica 19 febbraio (alle 16.30). Come Consiglio della SMS, grazie al contributo di Arci Firenze, abbiamo deciso di offrire a tutti i giovani sotto i 18 anni la possibilità di trattenersi e discutere in merito allo spettacolo appena visto, mangiando un gelato o bevendo un succo di frutta che sarà offerto gratuitamente (presentando il biglietto d’ingresso al teatro) al bar della SMS, proprio accanto al Teatro”.

Un modo, dice Malgeri, “per le famiglie, di passare del tempo insieme nei nostri locali, confrontandosi su quando hanno appena visto, nel segno del rispetto per le ‘diversità’ e soprattutto per creare una cultura inclusiva, che riesca ad arginare il fenomeno del bullismo, oggi sempre più preoccupante. Dialogo, confronto, cultura e accoglienza senza pregiudizi. Questi i principi della linea culturale che abbiamo ereditato da nostri bisnonni fondatori di questa gloriosa struttura e che, a distanza di oltre 130 anni, sono ancora nel DNA che ci contraddistingue”.

Scarica il volantino

X