Settembre, 2019

Ordinamento

24Set20:30Chianti classico gran selezione // Degustazioni 2019Al circolo Antella nuovo appuntamento con le degustazioniAntella CRCEvento organizzato da: Antella CRC

25Set20:30- 23:50GiocoZonaAppuntamento settimanale col gioco libero allo spazio exfilaExfilaEvento organizzato da: GiocoZona

26Set18:30Shu'fat. Incubatrice di sogniAl Girone iniziativa a sostegno del progetto di cooperazione internazionale di Arci Firenze Circolo RIcreativo Culturale Il GironeEvento organizzato da: Arci Firenze

27Set22:00Alfredo Garcia y Las Fridas + The Cogs!Al Progresso un doppio concerto a base di garage, punk, rock'n roll, blues lo-fi!Casa del Popolo Il ProgressoEvento organizzato da: La Chute

28Set18:00Animali con passato // Arte AccatenaAlla Montanina inaugura la personale di Daniele NanniniCasa del Popolo La Montanina di MontebeniEvento organizzato da: Casa del Popolo La Montanina di Montebeni

28Set21:00Ballo a TripetetoloTutti i sabato ballo liscio e da salaCircolo Arci "Le Due Strade" TripetetoloEvento organizzato da: Circolo "Le Due Strade" Tripetetolo

Benvenuti sul sito di Arci Firenze

Maggio, 2019

23Mag21:00- 23:59Tripolis (ṣaẘt)A l Appartamento spettacolo fra teatro e musica con Dario Muratore e Giovanni MagaglioL'AppartamentoEvento organizzato da: L'Appartamento

Dettagli Evento

Tripolis (ṣaẘt)

con Dario Muratore e Giovanni Magaglio

L’interprete e il sound-designer in scena convivono e lottano tra suono e parole, verso un desiderio comune.

Spettacolo teatrale /Musicale

Testo
Un giovane uomo chiede a una vecchia donna quali siano le tracce della propria origine. La Libia, Tripoli, la colonia italiana.
Attraverso il topos Nonna/Nipote viene evocato un secolo di storia, di vita, di morte ma soprattutto d’incontro tra due identità: quella del colonizzatore e del colonizzato, quella italiana e quella araba che si ritrovano a condividere una terra, una città, un deserto, un’anima.

Cocci di vita di una donna italiana, colonizzatrice, culturalmente fascista. La sua storia, la sua visione intima e la sua alterità nei confronti del dominato. Ma cosa succede quando l’Italia perde il dominio politico e la situazione improvvisamente si ribalta?
L’arabo ritorna a essere il padrone della propria terra e l’italiano diviene ajsnabi, straniero.

Suono
Il suono in Tripolis è concepito come singola espressione che diviene drammaturgia nell’ incontro tra i diversi linguaggi, sviluppando il concetto guida di tutta l’opera: io/l’altro.
Alla ricerca di una dialettica che possa divenire armonia o dissonanza. Attraverso la dicotomia tra gli elementi della natura e quelli dell’elettronica le atmosfere sonore conducono lo spettatore a riflettere sul rapporto esistente tra la sfera dell’individuo e la sfera della collettività; chi ha la coscienza di appartenere ad essa e chi si sente straniero.

Tripolis (ṣaẘt)
è lo sviluppo di un’indagine che ha come punto di partenza le domande “Chi è l’altro? Chi è lo straniero?”. Quando ci poniamo tali domande ci stiamo in realtà chiedendo: “Chi sono io? Chi siamo noi?”
In quanto il discorso sull’altro è solamente un modo per parlare, definire e riconoscere se stessi sulla base delle differenze e dell’alterità. Queste hanno un carattere esclusivamente relazionale, non possono esistere isolate, e quindi la differenza non possiede una propria essenza naturale. Il risultato è sempre un confronto, in cui almeno uno dei due soggetti considera l’altro diverso da se e quindi lo definisce straniero.

con Dario Muratore
suono Giovanni Magaglio
produzione
Piccolo Teatro Patafisico

In collaborazione con
Campo Teatrale Milano
Dimora Teatrale Macciangrosso
Compagnia Nando&Maila – Dulcamara
MENZIONE SPECIALE BANDO THEATRICALMASS

 


Ingresso € 5,00 riservato ai soci Arci

 

Ora

(Giovedì) 21:00 - 23:59

Luogo

L'Appartamento

Via dei Giraldi 11, Firenze

Evento organizzato da

L'Appartamentolappartamento11@gmail.com

No comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

X